Home Contatti
Opera Romani Opera Romani - home page
Comuni

Amministrazione trasparente

Il decreto legislativo 14 marzo 2013, nr. 33, ha per oggetto il “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.

            Le norme transitorie  e finali contenute nell’art. 49, 4° comma, del decreto legislativo prevedono che “Le Regioni a Statuto Speciale e le Provincie Autonome di Trento e Bolzano possono individuare forme e modalità di applicazione del presente decreto in ragione della peculiarità dei propri ordinamenti”.

            Lo Statuto Speciale della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, approvato con DPR 31 agosto 1972, nr. 670, ai sensi dell’art. 5 attribuisce alla Regione, nei limiti dei principi stabiliti dalle leggi dello Stato, di emanare norme legislative nell’”Ordinamento delle Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza” ora trasformate in Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona (A.P.S.P).

            La L.R. della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige 29 ottobre 2014, nr. 10, con l’art. 1, ha adeguato le norme del D.Lgs. 33/2013 alle peculiarità del proprio ordinamento.

           Con circolare nr. 4/EL/2014 del 19 novembre 2014 la Regione ha emanato indicazioni sull’applicazione della nuova normativa, alla quale l’Opera Romani, quale APSP, farà riferimento con particolare rinvio all’allegato A della circolare che prevede la struttura delle informazioni richieste alle APSP regionali in base alla peculiarità del proprio ordinamento.

 

Circolare nr. 4/EL/2014

 

            Il D.Lgs. 33/2013, così come integrato dalla LR. 29/10/2014, nr. 10, riordina la disciplina sugli obblighi per le pubbliche amministrazioni di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni e detta le regole di presentazione dei dati sui siti istituzionali. La trasparenza è intesa come accessibilità totale delle informazioni concernenti l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.

            La trasparenza, nel rispetto delle disposizioni sul segreto di Stato, d'ufficio, e statistico e di protezione dei dati personali, concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza, di imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell'utilizzo di risorse pubbliche, integrità e lealtà nel servizio alla nazione. Essa è condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonché dei diritti civili, politici e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino.

            Le disposizioni sulla trasparenza contribuiscono a definire il livello essenziale delle prestazioni erogate dalle amministrazioni pubbliche anche ai fini di prevenzione e contrasto della corruzione e della cattiva amministrazione, a norma dell'art. 117, secondo comma, lettera m), della Costituzione.

 

 

 

- Disposizioni generali

- Organizzazione

- Consulenti e collaboratori

- Personale

- Bandi di concorso

- Performance

- Enti controllati

- Attività e procedimenti

- Provvedimenti

- Bandi di gara e contratti

- Sovvenzioni, contribuiti, sussidi, vantaggi economici

- Bilanci

- Beni immobili e gestione patrimonio

- Controlli e rilievi sull’amministrazione

- Servizi erogati

- Pagamenti dell’amministrazione

- Opere pubbliche

- Interventi straordinari e di emergenza

- Altri contenuti

Data creazione: 12-06-2017     Data ultima modifica: 16-06-2017

 
Opera Roamni Nomi